IL FIENO É DI CANEPINA !

Tra non molto a Canepina si svolgerà la quinta sagra dei Maccaroni Canepinesi (in programma dal 7 al 9 luglio 2017), meglio noti come fieno di Canepina, e il Comune di Canepina vuole sottolineare nuovamente l’unicità, la tipicità e la territorialità di questo prodotto.

Già storicamente la parola fieno veniva accostata a Canepina, come dimostra il “libro dei maccheroni” scritto dal giornalista Felice Cunsolo che lo descrive così: ““Voce laziale indicante tagliatelle caserecce all’€uovo, molto strette e sottili, originarie di Canepina nel viterbese“€.

Ci rende orgogliosi sapere che la nostra pasta viene apprezzata e resa protagonista di sagre di paesi a noi anche limitrofi, ma ancora una volta dobbiamo chiedere, come è giusto, di utilizzare il nome fieno o maccaroni, solo accostandolo alla provenienza, cioè canepinese.

Possiamo affermarlo oggi con ancora più forza, essendo stato riconosciuto questo legame anche a livello nazionale, dalla nota associazione a tutela della bio diversità, Slow Food. Siamo lieti che i maccaroni o fieno canepinese siano stati inseriti all’ interno dei prodotti riconosciuti dall’ Arca del gusto di Slow Food che segnala quei prodotti che sono il frutto di un territorio e di una cultura.

Variante : Fieno all’ERNESTINA
FIENO CLASSICO al ragù

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I prodotti devono essere di qualità (organolettica) particolare che è definita dagli usi e dalle tradizioni locali, devono essere legati ad un territorio, alla memoria, all’identità di una comunità e al saper fare tradizionale locale.

Tutto questo fa sì che non si possa discostare il nome della pasta da quello di Canepina.

Per salvaguardare questo nostro prodotto, sarà inviata una lettera a tutti i ristoranti e alle associazioni che utilizzano il piatto, chiedendo di citare il luogo dove il fieno è nato, Teniamo molto a questa cosa perchè rimane una delle tradizioni che portiamo avanti di generazione in generazione.

In occasione della sagra, promossa dal Comune di Canepina e organizzata dalle associazioni Avis e Proloco locale, serviremo non solo un semplice piatto di pasta ma la nostra storia che custodiamo gelosamente sia nella preparazione sia nella cottura e lo mostreremo con un piccolo laboratorio dimostrativo dove le nostre massaie vi mostreranno i passaggi che portano alla realizzazione di questa pasta unica nel suo genere.

Non mancheranno attrattive come la fiera mercato per tutto il Piazzale Primo Maggio, giochi e gonfiabili per bambini, visite guidate e camminate ecologiche nei castagneti.

Seguiteci sulla pagina facebook Proloco di Canepina oppure sul sito internet www.prolococanepina.com

Fabio Stefanucci

Presidente Pro loco di Canepina

Precedente IL GREST ...♥ Successivo SAGRA DEL CINGHIALE